Andrea Stara

Switch to desktop Register Login

Indagine ministeriale sui medici "obiettori"

IL MINISTERO AVVIA UNA INDAGINE SULLA DISTRIBUZIONE DEI MEDICI OBIETTORI NELLE STRUTTURE

Dalla Relazione annuale ministeriale sull'attuazione della legge 194/78: nel 2012 sono state effettuate 105.968 interruzioni volontarie di gravidanza, con un decremento del 4.9% rispetto al dato definitivo del 2011 (111.415 casi) e un decremento del 54.9% rispetto al 1982, anno in cui si e' registrato il piu' alto ricorso all'IVG (234.801 casi). Il valore italiano e' tra i piu' bassi di quelli osservati nei paesi industrializzati. Rimane elevato il ricorso all'Ivg da parte delle donne straniere, che rappresentano un terzo delle Ivg totali in Italia. Anche tra queste donne, comunque, si inizia ad osservare una tendenza alla diminuzione al ricorso all'IVG.

obiettoriI numeri complessivi del personale non obiettore appaiono congrui al numero complessivo degli interventi di Ivg. Eventuali difficolta' nell'accesso ai percorsi Ivg sembrano quindi dovuti ad una distribuzione inadeguata del personale fra le strutture sanitarie all'interno di ciascuna regione. In collaborazione con le Regioni, il Ministero delle Salute ha avviato un monitoraggio a livello di singole strutture ospedaliere e consultori per verificare meglio le criticita' e vigilare, attraverso le Regioni, affinche' vi sia una piena applicazione della Legge su tutto il territorio nazionale, in particolare garantendo l'esercizio del diritto all'obiezione di coscienza dei singoli operatori sanitari che ne facciano richiesta e, al tempo stesso, il pieno accesso ai percorsi di Ivg, come previsto dalla Legge, per le donne che scelgano di farvi ricorso.

Ultima modifica il Lunedì, 16 Settembre 2013 17:38

Visite: 389

A bilancio i fondi per le "case segrete"

FINALMENTE DOPO 3 ANNI ABBIAMO OTTENUTO I FONDI PER LE CASE PROTETTE PER LE DONNE VITTIME DI VIOLENZA - odg approvato

casesegreteIn allegato l'Ordine del Giorno approvato che ho presentato (e firmato da tutte le consigliere regionali) e che è il frutto di interminabili sollecitazioni nei confronti della Giunta regionale per finanziare le case protette e superare una insopportabile ignavia. Potrebbe essere la volta buona. Forse, dopo quattro anni dall'approvazione della legge 16 di iniziativa popolare, sostenuta da 16 mila firme, potrebbero davvero decollare i centri antiviolenza e le case protette per donne vittime di violenza.

Duecentomila euro su bilancio 2013 da assegnare con bando per far partire le attività legate ai centri e l'assegnazione dei residui in conto capitale 2009, sempre attraverso bando, per l'allestimento e la ristrutturazione delle sedi dei centri antiviolenza, sono gli impegni assunti dalla giunta regionale in sede di votazione di bilancio e ribaditi in un ordine del giorno approvato all'unanimità, di cui sono primo firmatario.

Ultima modifica il Mercoledì, 15 Maggio 2013 21:32

Visite: 807

Fermi al palo i Centri Antiviolenza!

mano su donna 194FERMI DA TRE ANNI I FINANZIAMENTI PER LE CASE SEGRETE

AZZERATI ANCHE I FONDI REGIONALI PER LE ATTIVITA' DELLA CONSIGLIERA DI PARITA'

Doccia fredda in Commissione regionale sul finanziamento per la Consigliera di Parità. Il capitolo di bilancio relativo ai fondi per le iniziative legate al ruolo di Parità è stato letteralmente azzerato.

L'interesse per questi temi da parte della giunta Cota è pressoché nullo: basti pensare che l'assessore Quaglia, con delega alle Pari Opportunità, è arrivata in commissione bilancio senza sapere che la collega con delega al Lavoro, Claudia Porchietto, aveva azzerato il capitolo per l'attività della consigliera di parità.

Ultima modifica il Venerdì, 26 Aprile 2013 13:02

Visite: 558

Centri di aiuto alla vita: Cota ci riprova

Accreditate all'Asl TO 1 le associazioni Pro vita

wlavitaL'Asl To 1 ha deliberato gli elenchi delle organizzazioni e delle associazioni che potranno operare nei consultori. E ne fanno parte due associazioni pro-vita: Promozione Vita e Centro Aiuto alla Vita. Cota ci riprova quindi. E' convinto che gli abbia portato fortuna nella scorsa campagna elettorale. E poi si vede che ha poca fantasia: oltre il Movimento per la vita gli riesce difficile andare, quando si tratta di salute e diritti delle donne. Una strumentalizzazione elettorale di un tema così delicato ci lascia davvero tutte e tutti costernati. Ma le donne hanno buona memoria e non sono disponibili a farsi portare via diritti, dignità e, soprattutto, le lotte che hanno combattuto. Dobbiamo quindi tornare a dirlo con forza e tutte e tutti insieme: i movimenti pro vita non hanno niente a fare con i Consultori, e tantomeno con la prevenzione e la tutela della salute delle donne.

Con la delibera del 21 gennaio 2013, prot n 37\A01\2013, a firma del Direttore Generale dell'Asl 1, è stato istituito l'Elenco Asl TO1 delle organizzazioni di volontariato e delle associazioni operanti nel settore della tutela materno infantile, che include le associazioni Promozione Vita e Centro Aiuto alla Vita. Si tratta di associazioni che hanno come mission statutaria l'abolizione della legge sull'interruzione volontaria di gravidanza, la 194, una legge tutelata dalla Costituzione.

Ultima modifica il Martedì, 05 Marzo 2013 18:06

Visite: 794

Ancora bloccati in Regione i fondi per i Centri antiviolenza

voci_silenzio1Contro la violenza alle donne nessun intervento concreto

Ancora niente di fatto sullo sblocco dei fondi regionali a sostegno delle Case protette per le donne vittime di violenza.

Sul bilancio dello scorso anno avevamo ottenuto che venisse previsto uno stanziamento di 500 mila euro in conto capitale per i Centri antiviolenza, ma questi fondi in realtà non sono mai stati distribuiti. E' vero che le autorizzazioni per le Case protette sono in capo alle Province, ma queste a loro volta aspettano lo sblocco fondi da parte della Regione".

L'istituzione delle Case protette è stata frutto di una legge di iniziativa popolare intorno alla quale tre anni fa si raccolse una grande mobilitazione e la legge fu approvata all'unanimità dal Consiglio regionale.

Ultima modifica il Sabato, 24 Novembre 2012 14:39

Visite: 829